GABRIELE INDRACCOLO

Triathleta

Team ASD DE RAN CLAB

Ciao! Sono Gabriele Indraccolo, triathleta del  Team ASD DE RAN CLAB. Sono nato nel 1978 a Vimercate (MB) e fin da piccolo ho praticato attività sportive di vario genere.

Lo sport l’ho sempre avuto nel sangue.

La mia storia

Mia mamma ha sempre insistito affinchè praticassi il nuoto, scelta di cui ora la ringrazio. Infatti in seguito ho ottenuto discreti risultati nella sezione agonistica della soc. GSA Salvamento di Vimercate nuoto. Per alcuni anni ho lavorato in piscina a Vimercate come assistente bagnante e istruttore di nuoto.
All’età di sedici anni, sui campetti dell’Oratorio, è maturata in me la passione per il basket, sport che ritengo meno monotono del nuoto. Per diversi anni mi sono impegnato in questo stupenda disciplina sportiva al massimo; nell’ambiente ebbi l’occasione di conoscere la mia futura moglie.
Ho conseguito la laurea in Medicina Veterinaria nel 2003 e ho iniziato la mia professione. Dopo la nascita dei miei due stupendi figli nel 2011 e 2014, il tempo serale che dedicavo alle attività sportive, che non ho mai trascurato,è diventato sempre più scarso. Poiché lo sport è una parte importante della mia vita, ho utilizzato il mattino presto e la pausa pranzo per allenarmi nella corsa e nel nuoto.
Nel 2013 il mio “amore” per lo sport si è indirizzato verso il Triathlon: lo seguivo alla televisione con mio padre (super appassionato di qualsiasi disciplina sportiva anche del bagminton) e ne rimanevamo entusiasti. Attratto dai video su “you tube” e da imprese di amici (Umberto Galli) che già si erano cimentati nella disciplina, decisi di intraprendere questo sport. L’unico problema?.. non ero mai stato su una bicicletta da corsa… mi sembrava di stare in equilibrio su una sbarra. Ricevuta in regalo da mia moglie, una stupenda Coppi in alluminio, ho cominciato a pedalare per la DELICATESSE di Concorezzo che mi ha accolto come un pulcino bagnato sotto l’acqua.
Iscritto nel 2014 alla mia prima squadra di triathlon, il TTB di Lissone, che ancora ringrazio per avermi “iniziato”, avevo tante domande per il capo, ma grazie a libri, tutorial, chiacchierate con amici, sono riuscito a carpire pian piano i segreti dei vari sport, della zona cambio… ma che fatica! Cominciò a balenarmi per la testa un’idea pazza: fare l’IRONMAN.
Confidavo a mia moglie che sarebbe stato bello qualificarsi un giorno per andare a KONA e partecipare ai campionati mondiali.
Beh, devo dire che da allora, come previsto dal mio segno zodiacale “Vergine”, ho avuto solo quello come obiettivo. Pensavo che raggiungere questo traguardo fosse un modo per ringraziare mio padre per la cultura sportiva che mi ha infuso e per il grande amore che mi ha sempre dato.
Nel 2015 ho portato a termine il mio primo IM a Klagenfurt con un ottimo tempo: 10 ore e 1 minuto, nonostante un mese prima nel triathlon di Candia mi fossi rotto la clavicola e mi avessero operato mettendomi una placca.
Nel 2016 ho deciso di fare le cose piu’ seriamente. Ho conosciuto i miei attuali compagni di squadra del DE RAN CLAB di Vimercate che mi hanno accolto come in una famiglia e il mio primo e unico allenatore Matteo Bovenzio. Ho lavorato sodo per un anno intero.
Ho quindi portato a termine altri due IM, uno ancora a Klagenfurt con un tempo di 9 ore e 32 min, e uno a Vichy, a due mesi di distanza, con circa lo stesso tempo.
Tutto ciò perchè volevo fortemente qualificarmi per il campionato mondiale a KONA. Ma probabilmente non era l’anno.
Nel 2017 ho deciso di continuare ad allenarmi duramente e di migliorare le mie prestazioni nella bici e nella corsa per cercare di colmare il gap che mi separava dai primi.
All’IM di Zurigo 2017 ci vado molto vicino: nono di categoria e 33 esimo assoluto; un grande risultato ma non abbastanza.
Galvanizzato dal momento ho deciso di iscrivermi a Cervia 2017 per riprovarci, ma… ahime,’ probabilmente ho chiesto troppo al mio fisico e la gara è finita con una maratona molto sofferta.
Nel 2018 ho deciso che qualcosa andava cambiato, ne sentivo l’esigenza. Ho voluto provare a fare tutto da solo, intensificando gli allenamenti.
Spinto dai miei compagni, abbiamo deciso di iscriverci a Klagenfurt 2018, pur sapendo che è una piazza molto ambita dai “cacciatori di taglie” degli slot.
Il 2018 è partito bene: primi posti nei podi di categoria allo Sprint di Barzano’, Olimpico di Segrate, e Triathlon medio di Candia.
Andato a Klagenfurt con la consapevolezza di essermi allenato molto duramente e di aver fatto tutti i miei compiti, riesco a raggiungere dopo 9 ore e 13 minuti di gara il mio agognato obiettivo…la qualificazione per KONA 2018 all’ IRONMAN WORLD CHAMPIONSHIP.
E da qui parte un’altra storia…

Scrivimi  !!